News

Ritrovare il benessere

Stevia: Il dolcificante naturale senza calorie

Pubblicato il: 26/01/2012

Stevia: Il dolcificante naturale senza calorie

BREVE STORIA DELLA STEVIA

L'utilizzo della pianta come dolcificante trova la sua origine in Sudamerica. Nel corso dei secoli la Stevia rebaudiana è stata utilizzata dagli indiani Guarani come dolcificante e come pianta medicinale sotto il nome di caá-êhê (che significa “erba zuccherata). Infatti le foglie di questa specie hanno un potere dolcificante di media 45 volte superiore a quello del saccarosio.
I giapponesi hanno iniziato a coltivare la Stevia all'inizio degli anni 1970, come sostituto dei dolcificanti artificiali (ciclammato e saccarina) sospettati di essere cancerogeni. Gli estratti delle foglie di stevia e gli steviosidi vengono commercializzati in Giappone dal 1977 e rappresentano il 40% del mercato giapponese dei dolcificanti.
Oggi questa pianta è coltivata e consumata in numerosi paesi asiatici (Cina, Corea, Taiwan, Tailandia e Malesia), in Israele ed in Sudamerica (Argentina, Brasile, Paraguay).
Esistono più di 150 specie di Stevia. Stevia eupatoria e Stevia rebaudiana vengono utilizzati per il loro potere edulcorante.

La Stevia e gli altri dolcificanti
La Stevia è un sostituto naturale dello zucchero contrariamente agli altri dolcificanti artificiali presenti sul mercato. Le foglie di Stevia hanno un potere dolcificante 200 – 400 volte superiore allo zucchero. La Stevia ha un pH stabile; è stabile al calore e solubile in acqua. Non contiene alcuna caloria né indice glicemico. L’unico limite è la sua disponibilità limitata nella maggior parte de mondo, inclusi Unione Europea e Stati Uniti. Negli Stati Uniti, da gennaio 2009 fa parte della categoria GRAS, prodotti riconosciuti genericamente come sicuri. Nell’agosto del 2009, la Francia ha approvato la Rebaudioside A, uno degli elementi principali della foglia di Stevia, provvisoriamente per due anni, in attesa dell’approvazione definitiva.
Al contrario, lo zucchero è riconosciuto come una fonte alimentare affidabile e si presenta in diverse forme. Anche lo zucchero è di origine naturale. Un cucchiaino da caffè contiene 12 calorie e 100 indici glicemici. Lo zucchero si caramella e si tosta ad una temperatura molto inferiore al punto di fusione della Stevia. Lo zucchero è disponibile ovunque, provoca carie e rappresenta la causa principale di obesità  e diabete.
 
L’aspartame è un edulcorante artificiale da 160 a 220 volte più dolce dello zucchero. Non contiene calorie e non ha effetti sull’indice glicemico. Non favorisce la formazione di carie, non è stabile al calore. E’ una sostanza pericolosa perché contiene benzofenone. Anche se il suo utilizzo è approvato negli Stati Uniti e in molti altri Paesi del modo, vi è preoccupazione circa la sua sicurezza.
 
Anche la saccarina è un edulcorante artificiale ed è da 200 a 800 volte più dolce dello zucchero. E’ solubile in acqua, non contiene calorie né indice glicemico, non favorisce la formazione di carie. La saccarina ha un leggero retrogusto metallico . Il suo utilizzo è vietato in Canada ma largamente diffuso negli Stati Uniti.
 
Il ciclammato è un altro dolcificante artificiale con potere edulcorante 30 volte superiore a quello dello zucchero. Ha gli stessi effetti positivi  degli altri edulcoranti artificiali, non contiene calorie, non ha effetti sull’indice glicemico, e non favorisce le carie. Tuttavia è stato vietato negli Stati Uniti e nel Regno Unito per danni alla salute. E’ in uso in Canada ed in alcune parti del mondo.
Il sucralosio è un dolcificante artificiale noto col nome commerciale di Splenda negli Stati Uniti. Nell'Unione Europea è conosciuto anche col nome di E955. È 500-600 volte più dolce dello zucchero. Non contiene calorie e non ha effetti sull’indice glicemico. E’ semplicemente uno zucchero da tavola modificato che non viene assorbito dal sistema digestivo. Splenda non favorisce la carie, resiste al calore ed ha un buon sapore. Il suo utilizzo non provoca problemi di salute. Viene utilizzato insieme ad altri alimenti ed è ampiamente accettato negli Stati Uniti.
Esistono diversi tipi di zuccheri alcolici per zuccherare differenti prodotti. Essi includono l’eritritolo, il maltitolo, il lactitolo, sorbitolo, mannitolo e lo xilitolo. Possiedono tra il 49 ed il 99% della dolcezza dello zucchero. Non hanno effetti sull’indice glicemico, hanno una percentuale trascurabile di calorie e non favoriscono le carie. La maggior parte di essi ha un effetto lassativo, soprattutto con un consumo elevato. Si ritiene che siano tutti in possesso dell’autorizzazione del GRAS (Generally recognized as safe) ottenuta dal FDA (Food and Drug Administration).
Utilizzate la tavola qui riportata per determinare il dolcificante favorevole alla vostra salute o al vostro obiettivo di perdere peso
 

Le caratteristiche principali:
- Non causa diabete
- Non contiene calorie
- Non altera il livello di zucchero nel sangue
- Non ha tossicità (al contrario dei dolcificanti sintetici)
- Non avendo zuccheri non provoca carie e placca dentale
- Non contiene ingredienti artificiali
- Può essere usata per cucinare

Torna alle News

Consegna gratuita


Per ordini superiori ai 60€

Reso gratuito


Entro 10 giorni

Pagamenti Sicuri


Anche in contrassegno

Servizio Clienti

Contattaci
+39 030-2165911 / +39 030-3755240