CONSEGNA GRATUITA Per ordini superiori a 60€ solo Italia

News

Ritrovare il benessere

Le più recenti scoperte sulla vitamina C

Pubblicato il: 05/03/2009

Le più recenti scoperte sulla vitamina C

Il Dott. Allan Goldstein della Scuola Universitaria di George Washington ritiene che la Vitamina C combatte le infezioni rendendo più forti i globuli bianchi. Queste cellule fermano l’infezione facendo in modo che altri globuli bianchi circondano e distruggano l’organismo invasore tramite la produzione di anticorpi che immobilizzano questo organismo.

 - Solo l’uomo, i porcellini d’india, le scimmie, i pipistrelli che si nutrono di frutta e l’usignolo d’oriente non possono sintetizzare la vitamina C dal glucosio.

- 100 mg (1 grammo) di vitamina C mantengono il sistema immunitario dell’uomo ad un livello ottimale.

- I fumatori hanno il 40% in meno nel livello sanguigno di vitamina C che i non fumatori. I prodotti chimici nel fumo delle sigarette interagiscono con la vitamina C per rimuoverla dal sangue. La vitamina C sembra proteggere i fumatori dal cancro alla vescica al quale sono particolarmente soggetti.

- Coloro che abitano in città o chiunque conduca un tipo di vita alquanto stressante ha bisogno almeno di 1000 mg (1 grammo) di vitamina C al giorno.

- I Russi raccomandano un minimo di 125 mg di vitamina C al giorno, quasi 3 volte tanto il U.S.D.R.A. Hanno da lungo tempo riconosciuto il potenziale e valoroso effetto della vitamina C nel mantenere una salute ottimale.

- Se gli esseri umani fossero dei topi essi produrrebbero tra i 1800 e 4000 mg (4 grammi) di vitamina C giornalemente. Sotto stess ne produrremmo 15.000 mg (15 grammi ).

- La vitamina C fa calare il colesterolo in individui che ne hanno un alto livello. L’artetiosclerosi può essere spiegata come un ‘insufficenza o un basso livello di vitamina C da molto tempo e che quindi dà come risultato il colesterolo sulle pareti delle arterie.

- Le donne che soffrono di mestruazioni eccessive o di perdite fra un ciclo e l’altro possono controllare i vasi capillari deboli facendo uso di vitamina C.

- La vitamina C aumenta l’assorbimento di ferro e favorisce la guarigione delle ferite.

- Più invecchiamo, più la nostra ghiandola del timo, che controlla le funzioni immunitaie del corpo diventa piccola e produce meno cellule che uccidono le cellule cancerogene ed aiutano ad avere la diretta risposta immunologica. Man mano che queste cellule diminuiscono noi diventiamo più soggetti a malattie come il cancro e le malattie autoimmuni come l’artrite reumatoide. La vitamina C può portare la bilancia il nostro favore aiutando le restanti cellule a funzionare al massimo della loro efficacia.

- La vitamina C è essenziale per la formazione della serotonina ( un composto che fa da intermediario ai nostri umori e alle nostre abitudini di riposo ).

 

Tratto da  “La Bibbia delle vitamine” di Earl L. Mindell dott. 1980.

Torna alle News