CONSEGNA GRATUITA Per ordini superiori a 60€ solo Italia

News

Ritrovare il benessere

Bitter Melon: un'esplosione di antiossidanti, vitamine e micronutrienti

Pubblicato il: 11/04/2019

Bitter Melon: un'esplosione di antiossidanti, vitamine e micronutrienti

 

UN DONO DELLA NATURA DALLA FAMIGLIA DELLE CUCURBITACEE

Comunemente noto come Bitter Melon, Zucca Amara, Bitter Gourd, Balsam, Bitter Appele, Carilla fruit, la “Momordica Charantia” (chiamandolo con il suo nome botanico) é un frutto che cresce in molte parti di Asia, Africa, alcune zone dei Caraibi e appartiene alla famiglia delle Cucurbitacee. Ancora poco conosciuto in Europa é un frutto straordinario che vi stupirà per le sue proprietà benefiche.

 

LA SUA STORIA

La sua storia é molto antica, documentata ben più di 3000 anni fa nei testi culinari della Medicina tradizionale Indiana, la Medicina Ayurvedica. Secondo la filosofia Ayurveda infatti, questo frutto sarebbe particolarmente adatto al funzionamento del sistema digestivo, in quanto il sapore aspro di alcuni cibi, indurrebbe la depurazione del fegato e favorirebbe la digestione. Sempre negli antichi testi indiani leggiamo che la Momordica Charantia era una delle poche cure conosciute per alleviare le sofferenze dei lebbrosi, grazie alle sue proprietà lenitive per le piaghe della pelle.

Nello stesso periodo la fama di questo frutto si diffonde al resto dell’Asia e ne troviamo decantate le lodi nei manoscritti di medicina tradizionale Cinese e Giapponese, in particolare sull’ isola di Okinawa ( che ancora oggi vanta uno straordinario numero di centenari ) dove veniva usato per curare, dermatiti, disturbi del sistema digestivo, tosse e altri disturbi legati all’apparato respiratorio.

 

INTERESSE SCIENTIFICO

Particolarmente efficace se assunto sotto forma di polvere e succo concentrato, la Momordica Charantia o Bitter Melon é stato sottoposto negli ultimi anni a più di 100 studi clinici che ne confermano le doti terapeutiche. Testato in particolare per la prevenzione e la cura del Diabete, dimostra di imitare l’effetto dell’Insulina riducendo in modo sorprendente il tasso glicemico nel sangue come dimostra uno studio effettuato dal Dipartimento di Biochimica del Tamilnadu. ( nota 1) (https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC4027280/)

Bitter Melon deve ancora essere testato per comprendere a fondo le sue doti terapeutiche e i sui potenziali effetti collaterali, ma un articolo scientifico del 2004, il Journal of Ethnopharmacology  attribuisce a questo frutto capacità straordinarie, più di 32 principi attivi individuati, una medaglia d’oro per la salute!

 

GLI STUDI PIU RECENTI SOSTENGONO CHE

  • Abbasserebbe il tasso glicemico
  • Allevierebbe le infezioni respiratorie
  • Combatterebbe l'infiammazione
  • Rinforzerebbe il Sistema Immunitario
  • Ridurrebbe dolori addominali, ulcere peptiche, stitichezza, crampi
  • Favorirebbe la depurazione e l’eliminazione dei liquidi
  • “Combatterebbe” diverse forme di cancro grazie alla presenza di specifici flavonoidi e polifenoli quali: acido clorogenico, acido gentisico, catechina, acido caffeico

 

NOTEVOLI FATTORI NUTRIZIONALI

Nonostante si debba ancora investigare molto, gli studi effettuati fin ora rivelano la presenza di fattori nutritivi di considerevole importanza. I principali benefici di questo frutto sembrerebbero puntare nella seguente direzione: 

  • Ridurrebbe la febbre
  • Ridurrebbe la tosse 
  • Regolerebbe il ciclo mestruale
  • Tratterebbe problemi della pelle come eczema, scabbia e psoriasi
  • Avrebbe proprietà antivirali, antibatteriche e antielmintiche (comprese quelle che possono essere utilizzate per prevenire o trattare i parassiti e batteri anche in presenza di malattie come malaria e lebbra)
  • Sarebbe efficace contro la gotta
  • Combatterebbe itterizia e calcoli renali
  • Ridurrebbe i sintomi di alcune malattie autoimmuni inclusa l'artrite reumatoide

 

VITAMINE – MICROELEMENTI E ANTIOSSIDANTI

Analisi di laboratorio rivelano che il frutto acerbo contiene discrete dosi di Vit A – Vit C – Ferro  - Phosphoro cosi come numerosi composti fitochimici e antiossidanti di particolare interesse, quali acidi fenolici e alcaloidi 2che stimolerebbero il sistema immunitario e favorirebbero processi depurativi e ricostituenti.

E’ provata inoltre la presenza di sostanze attive antibatteriche, antimicotiche, antinfiammatorie, di grande interesse per la cura naturale di molte malattie.

Continuando a decantarne le doti, Bitter Melon risulterebbe essere un valido alleato per combattere squilibri ormonali e obesità in quanto sembrerebbe essere in grado di bilanciare gli ormoni e ridurre la sensazione di appetito.

Un articolo del 2013 apparso sul Journal of Agricultural Food Studies attribuisce molte delle sue qualità alla presenza di un particolare super-Alcaloide ( Momordicina) responsabile anche per il suo sapore aspro.

 

COME IN TUTTE LE COSE CI VUOLE CAUTELA

E’ importante notare che la comunità scientifica sta ancora svolgendo molte indagini sulle proprietà di questo frutto e che la sua assunzione non può sostituire le cure mediche di pazienti Diabetici, Oncologici e pazienti affetti da malattie autoimmuni o del sistema immunitario.

Si ritiene, infatti, che il ruolo importante di Bitter Melon nell’abbassamento del tasso glicemico possa interferire con alcuni medicinali destinati ai Diabete. Meglio informare il proprio medico e andare sul sicuro!

 

NON ASSUMERE IN FASE DI CONCEPIMENTO -GRAVIDANZA E ALLATTAMENTO  Studi effettuati sui ratti avvertono che Bitter Melon potrebbe influire temporaneamente ( durante l’assunzione) con fertilità, potrebbe provocare contrazioni dell’utero e possibili emorragie. E’ quindi sconsigliato in caso di gravidanza e allattamento e non é consigliato a chi sta cercando una gravidanza.

L’abbassamento importante della glicemia é un dato conclamato di questo frutto, di conseguenza non é consigliato in caso di pre-post chirurgia.

 

RIASSUMENDO:

  • Bitter Melon é conosciuto da più di 3000 anni
  • La sua fama nasce in India – China – Isola di Okinawa Giappone come cibo medicinale per curare disturbi digestivi, respiratori e problemi della pelle.
  • A Oggi più di 100 studi scientifici ne hanno provato l’efficacia.
  • Piu di 32 sono i principi attivi confermati in questo frutto
  • Particolarmente interessaste il suo ruolo come “ imitatore” dell’insulina e la sua efficacia per la cura  prevenzione del Diabete
  • Di rilevante importanza il suo ruolo come depuratore del fegato, organo vitale del corpo umano che va mantenuto in massima salute in quanto responsabile ( tra le altre cose) per la produzione della bile, l’eliminazione di tossine e scorie
  • Agevola il sistema digestivo
  • Cura e lenisce la pelle
  • E’ ricchissimo di sostanze antiossidanti
  • E’ ricchissimo di Vitamine e micronutrienti
  • Ricordarsi dei possibili effetti collaterali elencati

 


2 http://www.tandfonline.com/doi/abs/10.1080/87559129.2015.1057843?src=recsys&journalCode=lfri20

Torna alle News