CONSEGNA GRATUITA Per ordini superiori a 60€ solo Italia

News

Ritrovare il benessere

Astaxantina e perdita di peso

Pubblicato il: 28/03/2019

Astaxantina e perdita di peso

 

 

 

1. Introduzione

L'astaxantina è un carotenoide della xantofilla che si trova in vari microrganismi e animali marini .È un pigmento liposolubile rosso che non ha attività pro-vitamina A nel corpo umano, sebbene alcuni studi abbiano riportato che l'astaxantina ha un'attività biologica più potente di altri carotenoidi. La Food and Drug Administration (USFDA) degli Stati Uniti ha approvato l'uso dell'astaxantina come colorante alimentare nei mangimi per animali e pesci .La Commissione europea considera l'astaxantina naturale come colorante alimentare. Haematococcus pluvialis è una microalga verde che accumula un elevato contenuto di astaxantina in condizioni di stress quali alta salinità, carenza di azoto, temperatura elevata e luce .L'astaxantina prodotta da H. pluvialis è una fonte principale per il consumo umano .È usata come fonte di pigmento nel mangime per salmoni, trote e gamberetti. Come integratore alimentare nell'uomo e negli animali, l'astaxantina è ottenuta da frutti di mare o estratta da H. pluvialis .Il consumo di astaxantina può prevenire o ridurre il rischio di vari disturbi nell'uomo e negli animali. .Gli effetti dell'astaxantina sulla nutrizione della salute umana sono stati pubblicati da vari autori . L'uso di astaxantina come integratore alimentare è cresciuto rapidamente negli alimenti, nei mangimi, nei nutraceutici e nei prodotti farmaceutici.

 

2. Fonte di astaxantina

Le fonti naturali di astaxantina sono alghe, lieviti, salmoni, trote, krill, gamberetti e gamberi. L'astaxantina commerciale proviene principalmente da lievito di Phaffia, Ematococco e attraverso sintesi chimica. Haematococcus pluvialis è una delle migliori fonti di astaxantina naturale.

 

3.Attività biologiche dell'astaxantina e benefici per la salute

 

Effetti antiossidanti
Un antiossidante è una molecola che può inibire l'ossidazione. Il danno ossidativo è iniziato dai radicali liberi e dalle specie reattive dell'ossigeno (ROS). Queste molecole hanno una reattività molto alta e sono prodotte dal normale metabolismo aerobico negli organismi. Le molecole ossidative in eccesso possono reagire con proteine, lipidi e DNA attraverso la reazione a catena, per causare l'ossidazione delle proteine ​​e dei lipidi e il danno al DNA che sono associati a vari disturbi. Questo tipo di molecole ossidative può essere inibito da antiossidanti endogeni ed esogeni come i carotenoidi. I carotenoidi contengono catene poliene, doppi legami coniugati a lungo, che svolgono attività antiossidante estinguendo l'ossigeno singolo e i radicali scavenging per terminare le reazioni a catena. I benefici biologici dei carotenoidi possono essere dovuti alle loro proprietà antiossidanti attribuite alle loro interazioni fisiche e chimiche con le membrane cellulari. L'astaxantina aveva una maggiore attività antiossidante rispetto a vari carotenoidi come luteina, licopene, a-carotene e beta-carotene riportati da Naguib . L'attività antiossidante dell'astaxantina e’ 10 volte più della zeaxantina, della luteina, della cantaxantina, del β-carotene e 100 volte più dell'α-tocoferolo .

 

Attività di perossidazione anti-lipidica
L'astaxantina ha una struttura molecolare unica che gli consente di rimanere sia all'interno che all'esterno della membrana cellulare. Offre una protezione migliore rispetto a β-carotene e vitamina C che possono essere posizionati all'interno del doppio strato lipidico. Serve come salvaguardia dal danno ossidativo da vari meccanismi, come la tempra dell'ossigeno singolo; scavenging di radicali per prevenire reazioni a catena; conservazione della struttura della membrana inibendo la perossidazione lipidica; potenziamento della funzione del sistema immunitario.

 

Attività anti-diabetica
Generalmente, i livelli di stress ossidativo sono molto alti nei pazienti con diabete mellito. È indotto dall'iperglicemia, a causa della disfunzione delle β-cellule pancreatiche e del danno tissutale nei pazienti. L'astaxantina potrebbe ridurre lo stress ossidativo causato dall'iperglicemia nelle cellule beta pancreatiche e anche migliorare i livelli di glucosio e di insulina nel siero.

 

Attività sul controllo del peso corporeo
Il numero di persone con sindrome metabolica sta aumentando rapidamente in tutto il mondo. La sindrome metabolica è un insieme di fattori di rischio che aumentano il rischio di malattie cardiovascolari e diabete di tipo 2. I fattori di rischio includono obesità, ipertensione, lipidi nel sangue e resistenza all'insulina. - Il modo in cui la natura è in grado di combattere la sindrome metabolica è ridurre lo stress ossidativo.

Lo stress ossidativo è una condizione in cui vi è uno squilibrio tra i radicali liberi reattivi e gli antiossidanti. Si è riscontrato che le persone con sindrome metabolica hanno uno scarso status di antiossidanti rispetto a quelli senza sindrome metabolica.

La gestione del peso comporta generalmente due cose: i) ingerire meno calorie e2) bruciare più calorie. Una scelta dietetica ragionevole aiuta con la prima e la nuova ricerca suggerisce di integrare astaxantina naturale nella dieta ed essa può aiutare in due modi. Il primo è il miglioramento del metabolismo lipidico (grasso) e il secondo è l'aumento della resistenza e del recupero muscolare .La combinazione di questi due effetti potrebbe portare a perdere più grasso corporeo, evitando rimbalzi e godendo di un'esperienza di vita più gratificante.

Ricercatori hanno dimostrato che l'astaxantina inibisce l’aumento del peso corporeo in una dieta che conteneva dieci volte la quantità di grasso (senza modificare l'apporto energetico) (Ikeuchi et al., 2007) (Fig 1).Lo studio di sessanta giorni (Fig 2)ha rivelato diversi miglioramenti significativi come peso corporeo totale (15% in meno), tessuto adiposo (34% in meno), trigliceridi epatici (58% in meno), trigliceridi plasmatici, peso del fegato e colesterolo totale. Inoltre, sembra che l’aumento di peso e l’aumento del tessuto adiposo siano stati soppressi in modo dose-dipendente. In base al quoziente respiratorio, l'inibizione dell’aumento di peso può essere collegata all'aumento della termogenesi e all'utilizzo del grasso.

Altri studi hanno concluso che l'astaxantina naturale in combinazione con l'esercizio fisico ha avuto l'effetto maggiore rispetto all'esercizio fisico da solo  o alla sola integrazione. La Fig 1. mostra una significativa riduzione del grasso corporeo e del peso corporeo. La teoria del lavoro per la riduzione del grasso corporeo è l'aumento del metabolismo lipidico nei muscoli e la sinergia con l'esercizio fisico. La potente proprietà antiossidante dell'astaxantina sembra anche proteggere i mitocondri e i suoi componenti contro lo stress ossidativo, come gli enzimi situati nelle membrane dei mitocondri. Lo stress ossidativo generato come sottoprodotto durante la produzione di energia può compromettere il metabolismo dei lipidi nei mitocondri.

Uno di questi enzimi è CPT -1(carnitina palmitoil transferasi) e importa i lipidi nei mitocondri da utilizzare come combustibile per generare energia. Un altro enzima mitocondriale è 3-HAD (3 hydroxyacyl-coa dehydrogenase), che è coinvolto nel metabolismo degli acidi grassi nella fase di β-ossidazione. Questi studi forniscono ulteriori prove a supporto dell'idea che l'astaxantina aumenti l'utilizzo di grassi come fonte di energia dopo l'analisi dello scambio respiratorio. Pertanto, si può affermare che l’astaxantina naturale in combinazione con l'esercizio favorisce il metabolismo dei lipidi o "brucia i grassi".

 

Obesità e massa grassa
L'integrazione di 12-18 mg di astaxantina al giorno per 12 settimane in persone con lieve iperlipidemia ma di peso normale è stata in grado di aumentare l'adiponectina circolante di circa il 20-25%, mentre l'aumento osservato con 6 mg (di circa il 14%) non era statisticamente significativo ,questo cambiamento è stato associato a benefici osservati nel colesterolo HDL Si è notato che l'astaxantina aumentava l'adiponectina negli adulti di peso normale con iperlipidemia e questo aumento è alla base delle riduzioni dei trigliceridi e dell'aumento del C-HDL osservato in questi adulti

 

Meccanismi
L'astaxantina, grazie alle sue capacità antiossidanti, può preservare la funzione dell'enzima CPT-1 (carnitina palmitoil transferasi)di fronte a un insulto ossidativo .

 

Conclusione
L'astaxantina ha dimostrato di inibire l’aumento di peso e altri marcatori legati a una dieta ricca di grassi. Inoltre, l'astaxantina in combinazione con l'esercizio fisico è ancora più efficace nel ridurre il peso a causa dell'elevata capacità antiossidante dell'astaxantina, dell'effetto protettivo durante la produzione di energia nei mitocondri e dell'effetto brucia grassi. Una gestione del peso soddisfacente è difficile a causa dello stile di vita moderno e delle scelte alimentari che ci circondano . Tuttavia, un programma che combina livelli adeguati di assunzione di cibo, esercizio fisico con astaxantina naturale rende tale obiettivo realistico.

 

Riferimenti:
1. Robert CK, Sindhu KK. Oxidative stress and metabolic syndrome. Life Sciences. 2009; 84:705–712.

2. Monteiro R, Azevado I. Chronic in am- mation in obesity and the metabolic syn- drome. Mediators In amm. Epub 2010.
3. Sharma P, Mishra S, Ajmera P, Mathur S. Oxidative stress in metabolic syndrome. In- dian Journal of clinical biochemistry. 2005; 20(1):145–149.
4. Park JS, Chyun JH, Kim YK, Line LL, Chew BP. Astaxanthin decreased oxidative stress and in ammation and enhanced immune re- sponse in humans. Nutr Metab.2010; 7:18. 5. Lee SJ et al. Astaxanthin inhibits nitric oxide production and in ammatory gene ex- pression by suppressing IkB kinase-depend- ent Nf-kB activation. Mol Cells Vol. 2003; 16(1):97–105 6. Yoshida H et al. Adminis- trations of natural astaxanthin increases se- rum HDL – cholesterol and adiponectin in subjects with mild hyperlipidemia. Athero- sclerosis. 2010; 209(2)520–523.

Torna alle News